10x15_CartolinaÈ dedicata agli over 65 la terza campagna dell’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale dell’Emilia-Romagna. In un momento in cui il numero dei morti e dei feriti per incidenti stradali diminuisce in generale ma aumenta quello dei pedoni e dei ciclisti; in concomitanza con una crescita – sicuramente positiva – della percentuale di persone che sceglie di utilizzare mezzi alternativi all’auto, è fondamentale porre l’attenzione verso l’utenza più debole.
Incrociando infatti i dati sull’incidentalità con quelli sull’indice di vecchiaia della nostra regione, risulta che gli over 65 sono una delle fasce di utenti della strada più deboli.

“Incroci di Vita” riprende e rinforza la linea teorica impostata con le precedenti campagne, “Segnali di Vita” e “A Ciascuno il Suo”: la strada è spazio condiviso e, insieme alle competenze teoriche sul codice della strada e tecniche sulla conduzione dei mezzi, è imprescindibile mettere in campo l’empatia, la capacità di immedesimarsi nell’altro.

Abbiamo quindi deciso di far incontrare i diversi utenti della strada, favorendo la creazione di un dialogo che si faccia forte dell’esperienza dei più anziani. Per farlo, organizzeremo una serie di eventi esterni, che coinvolgano le Università della Terza Età, e che produrranno – a fine lavori – un “Manuale dell’intelligenza stradale condivisa”.
Il tutto, supportato da una fitta campagna web, su questo sito e sulla nostra pagina facebook, che serviranno da collettori delle esperienze e dei vissuti stradali e, non ultimo, segnaleranno gli interventi di “Incroci di Vita”.

Print Friendly