La strategia mezzi delle campagne “Segnali di Vita” e “A ciascuno il suo” è nata mettendo strettamente in relazione il destinatario del messaggio e la modalità di fruizione dello stesso.

Per “Incroci di Vita”, che è il naturale seguito delle campagne precedenti, abbiamo deciso di insistere sul concetto di responsabilità che la “Segnali di Vita” ha proposto a tutta l’utenza della strada: pedoni, ciclisti, ma anche automobilisti.

Il focus, che prima era sul codice della strada, passa stavolta su un altro determinante strumento: l’empatia.
La condivisione di vissuti ed esperienze della e sulla strada è fondamentale; è la capacità di mettersi nei panni di chi sta utilizzando la strada in una maniera differente – o per scelta di mezzo o, semplicemente, per differenza di età e abitudini.
Sulla strada la relazione è imprescindibile, gli altri si incrociano costantemente, un incessante coinvolgimento di tutti con tutti. Ecco perché, di fianco all’head-line “Incroci di Vita”, appare il pay-off “La strada è spazio condiviso”.

La strategia comunicativa è quindi incentrata sull’esplicitazione delle relazioni che si creano sulla strada.

Per fare questo, abbiamo pensato ad un articolato mix di azioni che spaziano dalla diffusione della campagna sul web (il sito e la pagina facebook), passando per la radio e arrivando ad eventi organizzati sul territorio. Interazioni con associazioni, amministrazioni locali e Università della Terza Età che creeranno un prodotto finale, il “Manuale dell’Intelligenza Stradale Condivisa”.

Di seguito la strategia e i materiali utilizzati per “Incroci di Vita” e per le campagne precedenti.

“Incroci di Vita” – Campagna 2015

Queste le cartoline e le t-shirt, distribuite agli eventi esterni della campagna , presso le Università della Terza Età e le associazioni partner che ne faranno richiesta.

10x15_Cartolina 10x15_Cartolina2 10x15_Cartolina3 10x15_Cartolina4

t-shirt-01-web

 

Queste le bandiere, da esporre agli eventi esterni:

Vela_1

“Segnali di Vita” – Campagna 2014

La Comunicazione di “Segnali di Vita” sfrutta molteplici direttrici: Formazione, Campagna pubblicitaria (materiali grafici e promozionali), web e azioni sul territorio.

Iniziamo postando le fotografie delle affissioni stradali, cartelloni di 6 metri per 3 che sono stati installati  in tutte le principali città della Regione Emilia Romagna. I soggetti sono cinque differenti, uno per ogni utente delle della strada, più uno che coinvolge tutti :

 

PR viale Piacenza 129

 

PR via emilio lepido 113

 

PR strada traversetolo 102

 

PR p.le Sicilia 118

 

FC parcheggio dell'argine

 

Questo invece lo spot radio, ideato per essere coordinato con gli spot video (anche in questo caso il calcio viene declinato per diffondere l’importanza della Sicurezza Stradale). Viene  mandato in onda dalle principale stazioni radiofoniche emiliano romagnole:

 

 

Qui di seguito forniamo una panoramica di tutte le altre azioni e materiali finalizzati alla massima viralità della campagna (compresi i progetti della cartellonistica). Per visualizzali in modo ottimale, è sufficiente cliccarci sopra.

 

 

“A Ciascuno il Suo” – Campagna 2013

Logo_Colore.png

 

 

 

 

 

 

 

I mezzi della comunicazione

Di seguito le principali realizzazioni della campagna per quanto riguarda materiali a stampa e gadget a supporto degli eventi previsti da “A ciascuno il suo”. A questi si andranno ad aggiungere presto un video introduttivo della campagna della durata di 2 minuti, 8 video tutorial in motion graphic per gli utenti della strada e uno spot radio per la diffusione nei network radiofonici.

I manifesti

In una strategia di comunicazione che mira a raggiungere il suo target nell’ambiente stesso in cui si muove non poteva mancare la cartellonistica tradizionale.

Si tratta anche in questo caso di affissioni multiformato, installate in numero maggiore o minore a seconda delle dimensioni del centro urbano e della copertura offerta dagli altri mezzi del piano (numero di autobus, dimensioni del cartello). Il messaggio passa attraverso l’effetto di sorpresa delle immagini e l’immediatezza degli slogan scelti, con un manifesto ben visibile che richiama a una maggiore attenzione il pedone, il ciclista, il motociclista o l’automobilista proprio mentre percorrono le strade cittadine.

Scegli le strisce!!Guida morbido6x3m_Dinamica_small

  • Gli autobus urbani

È la pubblicità dinamica per eccellenza, quella che “vive” la strada e “vive” il traffico, con tutti i suoi pro e contro, determinati dalla velocità di fruizione del messaggio e dalla difficoltà di entrare nel dettaglio della comunicazione.  Manifesti di medie e grandi dimensioni saranno affissi sugli autobus urbani nelle principali città della regione, per una comunicazione emozionale che arrivi all’utente della strada nel momento stesso in cui egli la “vive” nei suoi spostamenti quotidiani e che suggerisca tramite semplici e brevi slogan un modo diverso di essere e di agire.

 Bus_Scegli le strisce
  • Le cartoline

Lo stesso messaggio sarà trasmesso nel formato cartolina, per una comunicazione più diretta e diffusa tra tutti i partecipanti alle manifestazioni. Tre immagini diverse, con i rispettivi slogan Fatti notare!, Scegli le strisce! e Guida Morbido! che diventano materiale informativo facilmente distribuibile, saranno presenti negli stand delle varie città e circoleranno tra  partecipanti agli eventi e passanti. Degli slogan che esplicitano semplicemente un’esigenza non rinviabile, ovvero come ognuno sia chiamato a fare maggiore attenzione quando si trova in strada, tenendo sempre a mente che nessuno è svincolato dagli altri nel momento in cui usufruisce di un bene comune. Una viabilità sostenibile è una viabilità civile, in cui ognuno tiene in conto chi gli sta accanto, considera che il proprio atteggiamento si riverbera nelle decisioni e nell’atteggiamento dell’altro. “Avere cura” significa salvaguardare la vita degli altri utenti della strada non mettendo in pericolo la propria con comportamenti azzardati, con disattenzione o noncuranza. Le cartoline di A ciascuno il suo serviranno in qualche modo a tessere una rete di relazioni, a trasmettere il concetto di cura reciproca e rispetto delle regole come un passaparola o un passamano, su di un oggetto tascabile e collezionabile.

 Cartolina bici
  • Cuscino, t-shirt, adesivi e fascette catarifragenti

In tutti gli eventi che saranno organizzati dalle associazioni aderenti alla campagna “A ciascuno il suo”  verranno distribuiti i cuscini mascotte, simbolo di morbidezza da mettere nelle relazioni tra tutti gli utenti della strada, che saranno al centro di ogni attività prevista. Insieme ad essi, i partecipanti agli eventi potranno indossare magliette e fascette catarifrangenti con gli slogan dell’iniziativa, per promuovere un diverso concetto di mobilità e ribadire che in strada ognuno deve farsi carico della propria parte di resposabilità.

 adesivi
 Maglietta nera
 Schermata 2013-05-02 alle 16.40.18

 

Print Friendly