Screenshot per articolo Via EmiliaIl 15 giugno 2013 nelle principali città dell’Emilia Romagna saranno protagonisti camminatori e ciclisti, che assieme alle associazioni aderenti alla campagna daranno luogo a passeggiate, pedalate, animazioni, flash mob: cittadini in bici e a piedi che indosseranno, ostenteranno, trasporteranno e si passeranno il cuscino mascotte dell’evento per farsi immortalare e per promuovere il rispetto tra tutti gli utenti della strada. E in questa prospettiva un’azione che sarà promossa a livello locale sarà la segnalazione di passaggi pericolosi dal punto di vista della sicurezza stradale (Black Point). Ecco che potrà capitare di vedere un cuscino legato a un palo o una foto ricordo prontamente ribadita in rete e social network che segnala un incrocio o una rotatoria che richiedono una Cura particolare.

A conclusione della giornata, ad accogliere gli ambasciatori della sicurezza stradale ci saranno le istituzioni previamente coinvolte e i sindaci delle città, che si vedranno consegnare insieme al cuscino una richiesta forte di impegno nei confronti dei temi portati avanti dalla campagna.

Qui di seguito gli eventi sinora in programma nelle città della Regione:

  • Bologna

Evento 1

Le Associazioni e la cittadinanza si ritroveranno in Piazza dei Martiri alle ore 10:30. Verranno compiute diverse azioni di sensibilizzazione: attraversamento pedonale con distribuzione di materiale e gadgets ai passanti, posizionamento dei cuscini (simbolo della campagna) sui pali che circondano la rotatoria, affissione della targa simbolica e temporanea “P.zza dei Martiri e delle vittime della strada”, pedalata attorno alla rotatoria. Alle ore 12:15 l’arrivo in Piazza Maggiore: i partecipanti dopo aver indossato i cuscini li lanceranno simbolicamente in aria. In chiusura: consegna dei “Desiderata per una mobilità etica e responsabile. Lettera aperta ai Sindaci della Regione Emilia – Romagna” alle Istituzioni.

Evento 2

Un altro gruppo partirà in autobus da Piazza Cavour alle 8:15 per raggiungere Gaibola. Questo il punto di partenza per un trek attraverso il segnavia del sentiero n° 904. Si passerà dall’eremo di Ronzano, dal parco di Villa Ghigi (qui, alle 9:45, potrà aggregarsi chi desidera percorrere solo l’ultimo tratto) e da Villa Aldini. Poi per via Dell’Osservanza il gruppo si dirigerà su Piazza Maggiore dove circa alle 12:00 incontrerà le altre associazioni e la cittadinanza.

  • Cesena

Alle ore 11:00 le diverse Associazioni e i cittadini percorreranno il tragitto che dalla Rotonda Nuova dello Stadio conduce ai primi salvagenti di Viale Marconi – in direzione Rimini. Al percorso parteciperanno il Sindaco e la stampa locale.

  • Faenza

Le Associazioni e i cittadini aderenti si divideranno inizialmente in due gruppi separati: un gruppo partirà in bicicletta da Piazza Lanzoni attraversando il Ponte delle Grazie per poi entrare in Piazza del Popolo da Corso Saffi. L’altro gruppo partirà dal parcheggio di Porta Montanara ed entrerà in Piazza del Popolo da Corso Matteotti. Una volta riunitesi in Piazza del Popolo – al centro del mercato – le Associazioni passeranno dalla Galleria Molinella per dirigersi su Piazza Nenni. Qui verranno accolte dal Sindaco davanti al Portone Comunale, di fronte al Teatro Masini.

  • Ferrara

Associazioni e cittadini partiranno in bicicletta alle 9:15 da Porta Paola sperimentando un percorso sicuro e asfaltato (tranne gli ultimi 500 metri) per raggiungere l’ospedale di Cona. La volontà è far conoscere – in attesa di una pista ciclabile lungo via Comacchio che colleghi Cona e Cocomaro di Cona alla città – un percorso alternativo e sicuro per raggiungere l’ospedale in bicicletta. Lungo il tragitto, alla rotatoria di Villa Fulvia di via Comacchio dove manca l’attraversamento ciclabile, verranno  sensibilizzati gli utenti della strada alle tematiche progettuali. Alle Istituzioni sarà recapitata una lettera aperta e il decalogo condiviso dalle associazioni che hanno aderito al progetto “A Ciascuno il Suo”. All’arrivo saranno accolti dalla Direzione ospedaliera.

  • Forli

A Forlì l’appuntamento è in Piazza Saffi, sabato 15 giugno, alle ore 10,30. Ogni intervenuto porterà un cuscino, che sarà utilizzato per una azione collettiva che prenderà il via alle ore 11,00. Alle 12,00 il cuscino-mascotte della campagna sarà consegnato al Sindaco di Forlì, insieme ad una richiesta forte di impegno nei confronti dei temi portati avanti dalla campagna.

  • Imola

Alle 11.45,  Associazioni e cittadini si incontreranno in Piazza dei Servi per dirigersi verso Piazza Matteotti. Qui consegneranno il cuscino simbolo della campagna e i “Desiderata per una mobilità etica e responsabile. Lettera aperta ai Sindaci della Regione Emilia – Romagna” alle Istituzioni.

  • Modena

Alle 9,30 le Associazioni e i cittadini incontreranno le Autorità Comunali presso la sala Consiliare del Comune di Modena per consegnare il cuscino simbolo della campagna e i “Desiderata per una mobilità etica e responsabile. Lettera aperta ai Sindaci della Regione Emilia – Romagna”; dalle ore 10,30 alle 12,00 i presenti si sposteranno in postazioni della città di Modena per rendere visibile l’iniziativa della giornata dedicata alla campagna A ciascuno il suo.

  • Parma

Le Associazioni, dalle 11:00 alle 12:00, faranno un presidio assieme alla cittadinanza presso l’incrocio tra Strada Martiri della Libertà e via Solferino, affiggendo i cuscini ai pali dei semafori, distribuendo i gadgets della campagna comunicativa e materiali informativi inerenti la sicurezza di ciclisti e pedoni. Alle 12:30 convergeranno in Piazza Garibaldi per l’incontro con le Istituzioni, a cui saranno consegnati i “10 punti per una Mobilità Etica e Responsabile” e il cuscino simbolo della campagna di sensibilizzazione.

  • Piacenza

Le Associazioni daranno appuntamento alla cittadinanza in centro città alle 12:00, all’incrocio tra Corso Vittorio Emanuele e lo Stradone Farnese. La scelta è caduta su questo luogo per la problematicità legata alla circolazione delle biciclette; problematicità causata dall’intenso traffico e dall’occupazione della pista ciclabile da parte delle auto. Qui le Associazioni incontreranno, chi a piedi chi in bicicletta, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Piacenza per consegnargli i “Desiderata per una mobilità etica e responsabile. Lettera aperta ai Sindaci della Regione Emilia – Romagna” e il cuscino simbolo della campagna. All’evento sarà presente la stampa locale. La sensibilizzazione alla mobilità sostenibile e al verde urbano proseguirà anche nella mattina del giorno successivo con una percorso ciclistico attraverso orti e i parchi urbani. Anche in questo caso verranno usati i simboli della campagna” A ciascuno il suo” e si sensibilizzeranno i partecipanti all’osservanza delle regole e si sottolineerà l’importanza di essere costantemente vigili negli spostamenti sulle strade.

  • Ravenna

Le Associazioni e i cittadini si incontreranno alle 9:30 in Piazza del Popolo. Qui, alle 9:45,  consegneranno il decalogo “Desiderata per una mobilità etica e responsabile. Lettera aperta ai Sindaci della Regione Emilia – Romagna” e il cuscino simbolo della campagna alle Istituzioni. Alle ore 10:00, dopo la consegna, partiranno per una pedalata di 15 Km su Via del Marchesato da  Ravenna a Marina di Ravenna. Lungo il percorso verranno posizionati, nei punti più critici, cuscini per comunicare la necessità di una maggiore responsabilità nel rispetto delle regole e del codice della strada.

  • Reggio Emilia

Alle ore 11:00 Associazioni e cittadini si riuniranno presso la Rotonda “S.Stefano” dove diffonderanno e applicheranno i gadgets e i cuscini simbolo della campagna. Dalle 11:30 proseguiranno le azioni presso la Rotonda Orologio, la rotonda di Via F.lli Cervi e la Rotonda Ex Foro Boario di Via Regina Elena.  Alle ore 12:00 presso il Comune verrà consegnato alle istituzioni il cuscino e il decalogo “Desiderata per una mobilità etica e responsabile. Lettera aperta ai Sindaci della Regione Emilia – Romagna”.

  • Rimini

Le Associazioni e la cittadinanza si ritroveranno davanti al Ponte di Tiberio alle ore 9.00. Qui consegneranno i cuscini, simbolo della campagna, ai passanti e incontreranno l’Assessore alla Mobilità del Comune di Rimini per presentare  proposte di miglioramento della  mobilità di pedoni e ciclisti. Verranno anche coinvolti i Parlamentari riminesi per sollecitare  adeguamenti legislativi tesi a facilitare la vita a chi va a piedi e in bicicletta.

Perché Via Aemilia 2200

Quest’anno ricorrono i 2200 anni dalla costruzione della via Emilia, l’infrastruttura viaria più antica e caratterizzante della nostra Regione. Questo importante anniversario è l’occasione giusta per promuovere in tutta l’Emilia Romagna eventi che accolgano i temi della campagna “A ciascuno il suo”. La Via Emilia rappresenta, da un punto di vista simbolico, il tracciato per legare al passato di questa regione una ipotesi di futuro che abbia tra i suoi elementi costituenti un approccio alla mobilità cittadina più sostenibile, più rispettoso e attento, sicuro e salutare.

Print Friendly